TERMINI E CONDIZIONI

 

Contenuto:

Articolo   1 - Definizioni
Articolo   2 - Identità dell'imprenditore
Articolo   3 - Applicabilità dei termini e delle condizioni
Articolo   4 - L'offerta
Articolo   5 - Il contratto
Articolo   6 - Diritto di recesso
Articolo   7 - Costi di recesso
Articolo   8 - Esclusione del diritto di recesso
Articolo   9 - Il prezzo
Articolo 10 - Conformità prodotti e Garanzia
Articolo 11 - Consegna ed esecuzione
Articolo 12 - Estensione transazioni: durata, recesso e rinnovo
Articolo 13 - Pagamento
Articolo 14 - Reclami
Articolo 15 - Controversie
Articolo 16 - Condizioni aggiuntive o differenti

 

Articolo 1 - Definizioni

 

In questo documento si fa riferimento a queste definizioni:

  1. Periodo di Garanzia: termine entro il quale il consumatore può esercitare il diritto di recesso;
  2. Consumatore: la persona fisica che non agisce nell'esercizio della professione o di altra attività imprenditoriale;
  3. Giorno: giorno di calendario;
  4. Durata operazione: un contratto a distanza relativo a una gamma di prodotti e / o servizi, la fornitura e / o l'acquisto si sviluppa nel corso del tempo;
  5. Supporto durevole: qualsiasi mezzo che il consumatore o azienda che permette le informazioni a lui personalmente, conservare in un modo che la consultazione futura e la riproduzione inalterata delle informazioni memorizzate.
  6. Diritto di recesso: la possibilità per i consumatori di vedere entro il periodo di attesa del contratto;
  7. Modulo standard: il modulo di recesso che l’operatore disponibile può compilare quando il consumatore vuole esercitare il suo diritto di recesso.
  8. Imprenditore: i prodotti naturali o giuridiche e/o servizi a distanza per il consumatore;
  9. Contratto a distanza: accordo che comprende un quadro di un sistema organizzato dall'imprenditore per la vendita a distanza di prodotti e/o servizi fino alla conclusione del contratto di uso esclusivo di uno o più mezzi di comunicazione a distanza;
  10. Tecnologia per la comunicazione a distanza: tali strumenti possono essere utilizzati per stipulare un contratto, senza che il consumatore e il commerciante siano nello stesso luogo fisico.
  11. Termini e condizioni: Si fa riferimento ai Termini e Condizioni contenuti in questa pagina.

 

Articolo 2 - Identità dell'imprenditore

 

Beetronics
Via San Francesco d’Assisi 22
10121 Torino

Telefono: 011 1962 1372 
Fax: 011 1962 1373
E-mail: info@beetronics.it

Sede legale
BeeTronics B.V.
Zoomstede 25
3431HK Nieuwegein, Paesi Bassi
Partita IVA: NL852620652B01

 

Articolo 3 - Applicabilità

 

  1. Le presenti condizioni generali si applicano a ogni offerta dell'imprenditore e in qualsiasi accordo raggiunto a distanza e nei contratti tra imprese e consumatori.
  2. Prima della conclusione del contratto, il testo contenente le presenti condizioni generali viene messo a disposizione del consumatore. Se ciò non è ragionevolmente possibile farlo prima della conclusione del contratto, le condizioni generali saranno inviate gratuitamente nel più breve tempo possibile, su richiesta del consumatore.
  3. Se il contratto è concluso per via telematica, in deroga al punto precedente e comunque prima della conclusione del contratto, le presenti condizioni generali sono visibili online, in modo che il consumatore le possa memorizzare in modo semplice su un supporto durevole. Se ciò non è ragionevolmente possibile, prima della conclusione del contratto, su richiesta del consumatore è possibile farsi inviare gratuitamente tali condizioni nel proprio domicilio.
  4. Nel caso in cui oltre a queste condizioni generali si applicano anche altre condizioni previste per la vendita di un determinato prodotto o servizio, si applicano il secondo e il terzo comma di questo articolo ed, in caso di conflitti, si applica la disciplina più favorevole al consumatore.
  5. Se una o più disposizioni di questi termini e condizioni sono totalmente o parzialmente non valide in un determinato istante o non sono reperibili, è necessario che queste condizioni rimarranno a disposizione o comunque sostituite da altre disposizioni stabilite congiuntamente.
  6. Le situazioni che non sono trattate in questo documento, sono da valutare 'nello spirito' delle presenti condizioni generali.
  7. Incertezze riguardanti l'interpretazione o il contenuto di una o più disposizioni dei termini e condizioni devono essere interpretati "nello spirito” di questi termini e condizioni.

 

Articolo 4 - L'offerta

 

  1. Se un’offerta ha una durata limitata o soggetta a condizioni, questo fatto sarà espressamente indicato nell'offerta.
  2. L'offerta non è vincolante. L'imprenditore ha il diritto di modificare l'offerta o di adattarla.
  3. L'offerta contiene una descrizione completa e accurata dei prodotti e/o servizi offerti. La descrizione è sufficientemente dettagliata per consentire una corretta valutazione dell'offerta da parte del consumatore. Le immagini dei prodotti sono un vero riflesso dei prodotti e/o dei servizi offerti.
  4. Tutte le figure e le specifiche informazioni nell'offerta sono indicative e non possono essere causa di risoluzione del contratto.
  5. Le immagini dei prodotti sono una vera rappresentazione dei prodotti offerti. L’imprenditore non può garantire che i colori visualizzati corrispondono esattamente ai colori reali dei prodotti.
  6. Ogni offerta contiene alcune informazioni base contenenti, ad esempio, i diritti e gli obblighi delle parti.

 

Articolo 5 – Il contratto

 

  1. L'accordo è soggetto alle disposizioni dell’articolo 4, conclusi al momento del consumatore accetta l'offerta e soddisfare le relative condizioni.
  2. Se il consumatore ha accettato l'offerta per via telematica, il commerciante deve immediatamente inviare ricevuta elettronica di accettazione dell'offerta. Fino a quando il ricevimento di tale accettazione non è stata confermata da parte dell'operatore, il consumatore può recedere dal contratto.
  3. Se si stipula l’accordo in via telematica, il commerciante deve prendere appropriate misure tecniche e organizzative per proteggere il trasferimento dei dati e dovrà garantire un ambiente web sicuro. Se il consumatore può pagare elettronicamente, il commerciante prenderà appropriate misure di sicurezza.
  4. L'imprenditore può - nel rispetto della legge - informare i diritti e gli obblighi in capo al consumatore in termini di obblighi di pagamento, così come per tutti i fatti e fattori rilevanti per una conclusione del contratto a distanza. Se l'operatore in questa indagine non può intervenire nella stipula del contratto, ha il diritto di rifiutare un ordine o richiedere o per fissare condizioni speciali per l'attuazione.
  5. L'imprenditore dovrà inviare tali informazioni in forma scritta o in un modo che può essere memorizzato dal consumatore in modo accessibile su un supporto durevole. In particolare, è tenuto ad inviare:

a. L'indirizzo dello stabilimento del business in cui i consumatori possono presentare reclami;

b. le condizioni in base alle quali può essere esercitato il diritto di recesso da parte del consumatore o una dichiarazione chiara per quanto riguarda l'esclusione del diritto di recesso;

c. informazioni sulle garanzie e sui servizi post-vendita;

d. i dettagli di queste condizioni sono contenuti nell'articolo 4, paragrafo 3, a meno che l'operatore abbia già fornito tali le informazioni al consumatore prima della stipula del contratto;

e. i requisiti per lo scioglimento del contratto se il contratto ha una durata di più di un anno o nel caso sia a tempo indeterminato.

  1. Nel caso di una transazione estesa è la disposizione del paragrafo precedente si applica solo alla prima consegna.
  2. Ogni accordo è stipulato sotto la condizione sospensiva di una sufficiente disponibilità dei prodotti.

 

Articolo 6 - Diritto di recesso

 

In caso di fornitura dei prodotti:

  1. Al momento dell'acquisto di prodotti, il consumatore può recedere dal contratto, senza indicarne le ragioni, entro 14 giorni. Questo periodo decorre dal giorno successivo al ricevimento del prodotto da parte del consumatore del consumatore.
  2. Durante questo periodo il consumatore può trattenere l prodotto e l'imballaggio. Se esercita il suo diritto di recesso, lo farà per il prodotto con tutti i suoi accessori e - se ciò è ragionevolmente possibile - nella sua condizione originale e di confezionamento iniziale, in conformità con le istruzioni fornite dall'imprenditore.
  3. Quando il consumatore intenda esercitare il diritto di recesso, possibile entro 14 giorni dal ricevimento del prodotto, deve farlo conoscere al gestore. La modalità più rapida per l’esercizio di tale diritto consiste nell’utilizzo dell’apposito modulo. Una volta che il consumatore ha espresso il desiderio di fare uso del suo diritto di recesso, il cliente deve restituire il prodotto entro 14 giorni. Il consumatore deve provare che le merci vengano restituite in tempo.
  4. Se il cliente non restituisce i prodotti entro i termini indicati nei commi 2 e 3 ed il prodotto non è tornato all’imprenditore originario, il prodotto è considerato acquistato.

In caso di fornitura dei servizi:

  1. Nella fornitura di servizi, il consumatore ha la possibilità di recedere dal contratto senza dare alcuna motivazione, entro 14 giorni a partire dal giorno della stipula del contratto.
  2. Per utilizzare il suo diritto di recesso, il consumatore deve comunicare l’avvenuto esercizio del diritto al gestore della fornitura, nel rispetto delle indicazioni fornitegli.

 

Articolo 7 - Costi di recesso

 

  1. Se il consumatore esercita il diritto di recesso, non supporterà il costo di costo di trasporto per l’invio all’imprenditore originario dei prodotti e/o servizi per i quali ci si è valsi del diritto.
  2. Se il consumatore ha pagato una somma di denaro per il relativo trasporto, l'imprenditore provvederà al suo rimborso, nel più breve tempo possibile e comunque non oltre i 14 giorni dopo l’esercizio del diritto di recesso. Queste condizioni si applicano qualora il prodotto sia già stato restituito all’imprenditore e/o il commerciante fornisce una prova del suo invio. 

 

Articolo 8 - Esclusione del diritto di recesso

 

  1. L'imprenditore può escludere il diritto di recesso dei prodotti di consumo, ai sensi degli articoli 2 e 3. L'esclusione dal diritto di recesso si applica solo se chiaramente esplicitato nell’offerta, in un tempo congruo per la conclusione del contratto in essere.
  2. L’esclusione del diritto di recesso è possibile solo per i prodotti:

a. che sono stati creati dal commerciante in conformità con le specifiche del consumatore;

b. che sono chiaramente di natura personale;

c. che non possono essere restituiti a causa della loro natura;

d. che diventano obsoleti;

e. il cui prezzo dipende da fluttuazioni del mercato finanziario sul quale il venditore non ha alcuna influenza;

f. per i singoli giornali e riviste;

g. per registrazioni audio e video e software per computer che il consumatore ha rotto il sigillo.

h. prodotti per l'igiene per i quali il consumatore ha rotto il sigillo.

  1. L’esclusione del diritto di recesso è possibile solo per i servizi:

a. su alloggi, trasporti e ristorazione esercitabili in una certa data o in un determinato periodo;

b. dove c’è stato il consenso esplicito del consumatore prima che il periodo è scaduto;

c. sulle scommesse e lotterie.

 

Articolo 9 - Il prezzo

 

  1. I prezzi offerti tendono a non subire aumenti, fatta eccezione per le oscillazioni di prezzo dovute a variazioni delle aliquote IVA.
  2. In deroga al comma precedente, i prodotti commerciali o i servizi i cui prezzi sono soggetti alle fluttuazioni del mercato finanziario di cui il venditore non ha alcun controllo, sono venduti a prezzi variabili.
  3. Gli aumenti di prezzo entro 3 mesi dopo la conclusione del contratto sono consentiti solo se questi sono dovuti per causa di legge o altro regolamento.
  4. Gli aumenti di prezzo da 3 mesi dopo la conclusione del contratto sono consentiti solo se il commerciante ha concordato e:

a. essi sono il risultato di leggi e regolamenti oppure se:

b. il consumatore è autorizzato a rescindere il contratto con effetto dalla data in cui l’incremento ha effetto.

  1. I prezzi dei prodotti e dei servizi sono comprensivi di IVA.
  2. Tutti i prezzi sono soggetti ad errori di stampa e/o altri errori. Per gli errori di stampa, il venditore non si riserva alcuna responsabilità in merito. In questi casi, il venditore non è tenuto a consegnare il prodotto in base al prezzo errato

Articolo 10 - conformità e la garanzia

 

  1. Viene garantito che i prodotti e i servizi soddisfano le specifiche del contratto indicate, i ragionevoli requisiti di affidabilità e/o utilizzo e le garanzie sulla data di conclusione del contratto, in base alle disposizioni vigenti e/o in base ai regolamenti governativi. Se concordato, il venditore deve anche assicurarsi che il prodotto sia adatto per uno uso diverso da quello normalmente praticato per quella tipologia di prodotto.
  2. Una garanzia fornita dal commerciante, fabbricante o importatore non pregiudica i diritti legali e non esclude la possibilità che il consumatore, nell’ambito degli accordi sottoscritti, possa farsi valere, secondo le disposizioni di legge.
  3. Eventuali difetti o merci consegnate in modo non corretto dovranno essere segnalate per iscritto entro 4 settimane dopo la consegna al consumatore. La restituzione della merce deve avvenire nella confezione originale e nello stato nuovo
  4. La garanzia del venditore incontra il periodo di garanzia del produttore. Tuttavia, l'imprenditore non è mai responsabile per l'idoneità finale delle merci per ogni singola applicazione da parte del cliente, né per eventuali consigli per quanto riguarda l'uso o l'applicazione dei prodotti.
  5. La garanzia non si applica se:
  • il consumatore ha riparato i prodotti consegnati e/o trasformato e/o riparato e/o modificato tali prodotti da terze persone;
  • la merce consegnata sia sottoposta a condizioni anomale o manipolazione, in maniera negligente o in contrasto con le istruzioni del gestore e/o di confezionamento;
  • la difettosità è causata, in tutto o in parte, da nome governative che incidono sulla natura e la qualità dei materiali impiegati.

 

Articolo 11 - Consegna ed esecuzione

 

  1. Il commerciante avrà la massima cura quando si ricevono e gli ordini per i prodotti attuazione e nella valutazione delle domande per la fornitura di servizi.
  2. Il luogo di consegna è stabilito nel domicilio che il consumatore ha comunicato all'azienda.
  3. In riserva di quanto indicato al punto 4 del presente articolo, l'azienda esegue generalmente gli ordini accettati entro 30 giorni, a meno che il consumatore abbia accettato un periodo di consegna più lungo. Se la consegna è ritardata o se un ordine è effettuato parzialmente, il consumatore li riceve entro e non oltre 30 giorni dopo l'ordine. Il consumatore in questo caso ha il diritto di recedere dal contratto senza penalità. Il consumatore non ha diritto al risarcimento.
  4. Su tutte le consegne, il consumatore non ha diritti di limiti di tempo. Qualora un termine venisse superato, il consumatore non ha diritto al risarcimento.
  5. In caso di scioglimento conformemente al paragrafo 3 del presente articolo, il consumatore viene pagato il prima possibile, comunque non oltre i 14 giorni dopo il suo ripudio.
  6. Se la consegna di un prodotto ordinato si rivela impossibile, il commerciante si impegna a fornire un articolo sostitutivo. Sarà chiaramente indicato che sarà consegnato un articolo sostitutivo. Per gli articoli sostitutivi il diritto di recesso non può essere escluso. Il costo di ogni spedizione per spedire indietro il prodotto è totalmente a carico del venditore.
  7. Il rischio di danni e/o perdita di prodotti poggia sull’imprenditore fino al momento della consegna, se non concordato diversamente.

 

Articolo 12 - estesa transazioni: durata, il recesso e di rinnovamento

 

preavviso

  1. Il consumatore può contrarre per un periodo indefinito, che si estende fino alla consegna regolare di prodotti o servizi e può, in qualsiasi momento, denunciare gli eventuali termini applicabili con un preavviso fino a un mese.
  2. Il consumatore può contratto concluso per un periodo determinato e che si estende fino alla consegna regolare di prodotti (tra cui energia elettrica) o servizi, in qualsiasi momento, alla fine della conformità sospendere a tempo determinato con le regole di terminazione applicabili e ad un avviso di più di un mese.
  3. I consumatori possono gli accordi di cui ai paragrafi precedenti:
  • ritirarsi e non limitarsi a terminazione in un particolare momento o in un dato periodo;
  • Almeno annulla stesso modo in cui sono conclusi;
  • Annulla allo stesso avviso in quanto la società ha negoziato per se stessa.

estensione

  1. Un contratto per un periodo determinato e che si estende fino alla consegna regolare di prodotti (compresa l'elettricità) o servizi non possono essere prorogati o rinnovati per una durata fissa automaticamente.
  2. In deroga al paragrafo precedente, un contratto stipulato per un periodo determinato e che si estende fino alla consegna regolare di notizie quotidiani e settimanali e riviste essere rinnovata tacitamente per un periodo limitato fino a tre mesi, in quanto i consumatori contro questo contratto di assistenza esteso l'estremità del prolungamento può terminare con un preavviso massimo di un mese.
  3. Un contratto a tempo determinato è stato inserito e che si estende fino alla consegna regolare di prodotti o servizi possono essere tacitamente rinnovato per un periodo indeterminato, se il consumatore tutto può annullare in qualsiasi momento con un preavviso di un massimo di un mese e un preavviso fino tre mesi se il contratto si estende al normale, ma meno di una volta al mese, fornendo tutti i giorni, settimanali e riviste.
  4. Un contratto con una durata limitata di consegna periodica di quotidiani, settimanali e riviste (di prova o di sottoscrizione introduttiva) non continuerà in silenzio e termina automaticamente dopo il processo o introduttivo.

costoso

  1. Se un contratto ha una durata di più di un anno, il contratto del consumatore dopo un anno può essere receduto con un preavviso fino a recitare un mese, a meno che la ragionevolezza ed equità si oppongano alla cessazione prima della fine del periodo concordato.

 

Articolo 13 - Pagamento

 

  1. Salvo patto contrario, le somme dovute dal consumatore possono essere pagate entro 7 giorni dopo l'inizio del periodo di cui all'articolo 6, comma 1. Nel caso di un contratto per la fornitura di un servizio, tale termine inizia a decorrere dal momento in cui il consumatore ha ricevuto la conferma del contratto.
  2. Il consumatore è tenuto a segnalare immediatamente al venditore eventuali inesattezze con riguardo ai dati forniti o alle modalità di pagamento specificate nel contratto.
  3. In caso di inadempimento del consumatore, il venditore, secondo quanto previsto dalla legge, ha il diritto di addebitare al consumatore gli eventuali costi emersi nel frattempo.

 

Articolo 14 - Reclami

 

  1. Il venditore ha una reclami ben pubblicizzati e si occupa di reclami relativi al presente procedimento.
  2. I reclami circa l'attuazione del contratto devono essere resi pienamente e chiaramente descritti, entro sette giorni di tempo per l'imprenditore, dopo che il consumatore ha trovato i difetti.
  3. Normalmente il venditore accetta reclami entro un periodo di 14 giorni dalla data di ricezione. Se un reclamo richiede un tempo di elaborazione più lungo, egli stesso gli invierà al consumatore una indicazione su quando il consumatore potrà aspettarsi una risposta dettagliata.  
  4. Se il reclamo non può essere risolto di comune accordo, si crea una controversia che è oggetto di contestazione.
  5. Quando vi siano sintomi di controversia, un consumatore ha bisogno di girare per l'imprenditore. Per i reclami che non possono essere risolti di comune accordo, il consumatore dovrebbe far riferimento alla Fondazione Webwinkelkeur ( www.webwinkelkeur.nl ) che offre un servizio di mediazione gratuito. Qualora anche dopo questo primo tentativo di mediazione, non si giunga a soluzione, il consumatore ha la possibilità di rivolgersi ad un altro ente online per la risoluzione delle controversie ( www.geschilonline.com ). La sentenza di quest’ultimo ente è vincolante sia per il venditore che per l’acquirente. La presentazione di una controversia al collegio arbitrale comporta dei costi che rimangono a carico del consumatore. È anche possibile presentare reclami attraverso la piattaforma ODR ( http://ec.europa.eu/odr ).
  6. Una denuncia non sospende gli obblighi dell'imprenditore, a meno che il contratto abbia specificato diversamente.
  7. Se un reclamo è accettato dal venditore, quest’ultimo può provvedere alla sostituzione gratuita o alla riparazione di tali prodotti.

 

Articolo 15 - Controversie

 

  1. I termini e le condizioni esposti in questo documento fanno riferimento esclusivamente alle leggi olandesi, anche qualora il consumatore sia domiciliato all’estero.
  2. Non si applica la normativa CISG. 

 

Articolo 16 - Condizioni aggiuntive o differenti

 

Ulteriori termini e condizioni stabili nel contratto non possono essere a scapito dei consumatori e dovrebbero comunque essere stabiliti per iscritto o comunque in modo tale che essi possano essere memorizzati dal consumatore in modo accessibile su un supporto durevole.

 

 

 

 

 

€ 0,00 0